La parola farmaco richiama alla nostra mente delle pillole piú o meno grandi che usiamo sopratutto in inverno contro innumerevoli malesseri.

In realtà anche dei semplici prodotti naturali come erbe aromatiche e alimenti , che noi tutti possiamo trovare nei nostri giardini o sulle nostre tavole, possono presentare importanti proprietà curative ed essere quindi considerati dei veri e propri farmaci naturali.

Andiamo a vedere le caratteristiche di alcuni dei tanti prodotti che la natura ci offre come valide alternative o supporto ai farmaci tradizionali nella tutela della salute.

AGLIO

Giá i nostri avi usavano l’aglio per le sue innumerevoli qualità terapeutiche, vediamo perchè:

Nonostante il suo scarso apporto calorico (149 kcal per 100 gr) l’aglio è ricco di vitamine e sali minerali, è infatti una fonte importante di vitamina C (31 mg per 100 gr), vitamine del gruppo B, potassio (ben 400 mg per 100 gr), calcio, fosforo; l’indice glicemico è molto basso, pari a 25.

La molecola fondamentale dell’aglio è l’allilina, molecola contenente zolfo, che a sua volta viene convertita in allicina quando l’aglio è tagliato o pestato. L’allicina è un principio attivo ricco di proprietà interessanti per l’uomo.

RIDUCE LA PRESSIONE: 4 spicchi di aglio al giorno avrebbero la quantità giusta di allicina per indurre un abbassamento significativo della pressione sanguigna. Dati ottenuti da vari studi, tra cui una recente metanalisi del 2015 pubblicata su The Journal of Clinical Hypertension.

AZIONE ANTIBATTERICA: L’allicina è dotata di importante attività antimicrobica, si è dimostrata efficace addirittura su alcuni ceppi di Stafilococco Aureo Meticillino resistente (MRSA), ovvero resistente agli antibiotici.

AZIONE DETOSSIFICANTE: il consumo quotidiano di allicina ci protegge dai danni da tossicità causati dai metalli pesanti, è in grado per esempio di abbassare di circa il 20% la percentuale di piombo ematico nei soggetti esposti ad esso.

MIGLIORA LE DIFESE IMMUNITARIE: l’allicina è dotata di un’azione immunostimolante, potenzia le nostre difese immunitarie attivando le cellule NK (che ci difendono anche dai tumori), i macrofagi ed inducendo la secrezione di interleuchine come la IL-1 e la IL-2.

AZIONE ANTIOSSIDANTE: L’aglio è inoltre un importante fonte di antiossidanti per combattere i danni causati dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento, del deterioramento dell’organismo e di alcune patologie cardiovascolari e tumorali.

Per sfruttare al meglio tutte queste qualità l’aglio dovrebbe essere consumato a crudo, attenzione però perchè in alcuni soggetti potrebbe irritare la mucosa gastrointestinale.

CIPOLLA

Al pari dell’aglio può essere considerata come una vera e propria medicina naturale.

Solamente 25 kcal per 100 gr, il contenuto di vitamine e sali è invece è abbondante, in particolare di vit. A, B, C , E e sali come ferro, potassio, magnesio, fosforo e calcio.

Al taglio della cipolla si libera il sulfossido, responsabile della fastidiosa lacrimazione.

vediamo le principali proprietà:

ANTIOSSIDANTE: la cipolla è ricca di antiossidanti come i flavonoidi, le antocianine e la quercitina (specialmente le rosse), queste molecole svolgono un importante protezione nei confronti dei famosi ros (radicali dell’ossigeno) e quindi ci proteggono dall’invecchiamento cutaneo e cellulare. Queste molecole sono importanti per la prevenzione dei tumori del tratto gastrointestinale.

IPOGLICEMIZZANTE: per il suo contenuto di acido clorogenico e glucochinina la cipolla dovrebbe essere consumata in abbondanza nei casi di diabete, insulino resistenza e sindrome metabolica. L’acido clorogenico riduce l’assorbimento di glucosio dal tratto gastrointestinale e la glucochinina abbassa i livelli di glucosio nel sangue.

FAVORISCE LA DIGESTIONE: grazie alla presenza dell’acido caffeico favorisce la secrezione biliare e accelera il transito intestinale.

Alla cipolla sono riconosciute proprietà antinfiammatorie (per la presenza di inulina) e diuretiche, aiuta inoltre a migliorare la circolazione sanguigna.

Grazie alle sue proprietà antibatteriche (per il contenuto di molecole solforate) il suo uso é indicato  nelle classiche patologie invernali quali raffreddore, influenza e mal di gola.

Sconsigliata l’assunzione in chi soffre di gastrite, reflusso gastro esofageo e colite.

CANNELLA

Altro utile supporto nelle patologie invernali è la cannella grazie alla sua naturale azione antibatterica. Essa é una semplice spezia ma ben ricca di proprietà benefiche per la nostra salute. Riduce i dolori mestruali, i dolori provocati dall’artrite e contribuisce a regolare la glicemia.

L’apporto calorico è pari a 247 kcal per 100 gr, è anch’essa un ottima fonte di minerali come potassio, calcio, ferro, zinco e di vitamine come la vit. A, la niacina, l’acido pantotenico e la piridossina. La spezia è una fonte di flavonoidi antiossidanti come i caroteni e la luteina, responsabili della sua azione antiossidante.

Tale spezia contiene molti oli essenziali, come ad esempio l’eugenolo, che conferisce proprietà anestetiche ed antisettiche; l’olio essenziale di cinnamaldeide è conosciuto invece per le sue proprietà anticoagulanti, aiuta quindi a prevenire eventi cardiovascolari e ischemici.

Grazie ai polifenoli in essa contenuti la cannella è un ottimo alleato nel trattamento del diabete e dell’iperglicemia in generale, la spezia ha infatti importanti qualità ipoglicemizzanti.

1-2 grammi di cannella al giorno sembrano essere sufficienti ad abbassare significativamente i livelli di glucosio ematico, avrebbero inoltre un ruolo importante nel migliorare i valori dei lipidi corporei (colesterolo e trigliceridi).

Da limitare l’assunzione in chi assume farmaci che fluidificano il sangue.

ZENZERO

Parliamo poi dell’alimento che viene considerato un vero e proprio toccasana per la salute, lo zenzero.

Con solo 80 kcal per 100 gr, è ricco di minerali come potassio, calcio, sodio, magnesio e di vitamine (soprattutto la C);  esso può essere consumato sia fresco, sia sotto forma di spezia dopo essere stato essiccato e sia come tisana. Quest’ultima trova largo impiego nella cura e nella prevenzione dell’influenza e del raffreddore.

Il rizoma contiene i principi attivi della pianta, l’olio essenziale, ii gingeroli (responsabili della piccantezza), resine e mucillagini.

Va ricordato anche che lo zenzero è segnalato nella lista dei 10 alimenti dalle maggiori proprietá anti-cancro, le sue proprietà sono riconosciute specialmente contro il tumore del colon-retto.

Può essere utilizzato anche per migliorare la digestione, calmare la nausea e alleviare i dolori muscolo-articolari.

E’ un utile rimedio anche contro l’affaticamento, l’astenia e l’impotenza maschile.

Inoltre grazie al suo effetto termogenico ci aiuta a bruciare più calorie e favorisce la perdita del peso corporeo.

Sconsigliata l’assunzione in chi soffre di calcoli biliari

Dott. Alessio Dini