ELETTROPORAZIONE / VEICOLAZIONE TRANSDERMICA

E’ una sorta di biorivitalizzazione senza l’utilizzo di aghi che può essere utilizzata per inestetismi di viso e corpo

VISO

Il trattamento mira a contrastare:

rughe
borse
occhiaie
discromie cutanee
tonificazione
A CHI SERVE

A chi ha la pelle disidratata, assottigliata, segnata dal fotoinvecchiamento (con rughe e macchie scure), o se la cute ha perso elasticità ed è quindi soggetta a cedimenti.
L’elettroporazione è anche una valida alternativa per chi non sopporta i trattamenti con gli aghi.

COME SI ESEGUE

L’elettroporazione transdermica consiste nel passare sulla pelle del viso (dove serve), uno speciale manipolo che lavorando a impulsi crea un campo elettrico a corrente pulsata: i primi favoriscono la dilatazione dei pori cutanei, la corrente veicola nel derma le sostanze mirate (acido ialuronico, collagene, ecc) all’inestetismo da correggere.

Il manipolo, infatti, è collegato a un flacone che contiene i principi attivi che vengono selezionati prima dall’esperto. La concentrazione delle quantità di sostanza che raggiunge la zona da trattare è del 90% contro il 5% delle tecniche tradizionali, il che permette di attivare rapidamente il metabolismo delle cellule.

N.B. da notare che in medicina si utilizza per la veicolazione di farmaci (dolori articolari ecc.)

INFORMAZIONI PRATICHE

La durata del trattamento è di circa 30 minuti; per un’azione intensiva, nella fase iniziale si consigliano 10 sedute con cadenza bisettimanale.
In seguito, suggeriamo una seduta al mese per mantenere e migliorare i risultati nel tempo.
Durante il trattamento, assolutamente indolore, si può avvertire un leggero formicolio nella zona mascellare e/o un leggero sapore metallico in bocca.

CORPO

L’elettroporazione transdermica lavora su:

Adiposità localizzate
Cellulite
Rimodellamento e tonificazione
Rassodamento seno
Rassodamento glutei
Smagliature
Linfodrenaggio

A CHI SERVE

E’ ideale per chi non vuole sottoporsi a interventi di chirurgia plastica, dopo la gravidanza e in caso di dimagrimento, quando i tessuti cutanei tendono a cedere. Il trattamento può essere fatto anche in giovane età.

L’elettroporazione transdermica per il corpo, infatti, a seconda delle esigenze, attenua l’effetto “buccia d’arancia”, migliorare il rilassamento cutaneo e agisce sulla tonificazione muscolare. Ma c’è di più: si verifica utile anche per migliorare l’elasticità cutanea e quindi attenuare le smagliature recenti. Ha inoltre un’ottima azione sgonfiante.

COME SI ESEGUE

L’elettroporazione transdermica consiste nel passare sulla pelle del viso (dove serve), uno speciale manipolo che lavora a impulsi elettrici e corrente pulsata: i primi favoriscono la dilatazione dei pori cutanei, la corrente veicola nel derma le sostanze mirate all’inestetismo da correggere.

Il manipolo, infatti, è collegato a un flacone che contiene i principi attivi, che vengono selezionati prima dall’esperto. La concentrazione delle quantità di sostanza che raggiunge la zona da trattare è del 90% contro il 5% delle tecniche tradizionali, il che permette di attivare rapidamente il metabolismo delle cellule.